martedì 15 novembre 2016

RECENSIONE: "Bugie Pericolose" di Becca Fitzpatrick

Bugie Pericolose

Autrice: Becca Fitzpatrick
Genere: young adult, mystery
Casa Editrice: Piemme

Stella Gordon non è il suo vero nome. Thunder Basin, in Nebraska, non è la sua vera casa. Questa non è la sua vera vita… ma dopo aver assistito all’omicidio dello spacciatore di sua mamma, è stata immediatamente inserita nel programma di protezione testimoni. Stella però non ha nessuna intenzione di vivere lontano dal fidanzato, per di più in un posto dimenticato da Dio e dagli uomini. Risultato: fa di tutto per irritare chi dovrebbe proteggerla e, più in generale, chiunque incontri. Visto che non si tratterrà laggiù un minuto più del necessario, che senso ha farsi degli amici? Il ragionamento fila più o meno liscio, finché non conosce Chet Falconer che è giovane, dannatamente attraente e, più di ogni altra cosa, detesta le bugie.
    RECENSIONE    

« Io non mi chiamo Stella» ho detto alla fine. « Di solito permettiamo ai testimoni di mantenere il loro nome di battesimo, ma il tuo è molto particolare» mi ha spiegato Price. « Una precauzione in più. Ne abbiamo scelto uno simile, che ti aiuterà ad abituarti.» Stella Gordon. Stel-la, Stel-la, Stel-la. Ho ripetuto il mio nuovo nome nella testa scandendo le sillabe. Lo odiavo. 


Ahh, la mia amata Becca Fitzpatrik, conosciuta anche per la saga del bacio dell’angelo caduto, oggi vi parlo di “Bugie Pericolose” una storia molto molto bella, che a me è piaciuta tantissimo!
La trama è un vero mistero, e io ADORO i misteri, quindi mi era impossibile per me ignorare questo libro.
Chi è davvero Stella Gordon?
Una ragazza in continua fuga per aver assistito all’omicidio dello spacciatore di sua madre, ma questa volta le cose sono diverse. Ha trovato una persona importante per lei e non vuole proprio abbandonarlo. E’ così che si apre il romanzo, vediamo Stella e Reed costretti a dirsi addio per fuggire via da persone che li vogliono morti, ma Stella non vuole  proprio dirgli addio e gli  promette di  rincontrarsi anche contro il volere dei poliziotti, prima di essere separati definitivamente.
Stella viene portata via nel Nebraska, da Carmina, una ex poliziotta del programma protezione tesitmoni. Il tempo passa ma Stella non vuole stare in quel paese dimenticato da tutti, non vuole stare con Carmina e cerca in tutti i modi di renderle la vita difficile, molti saranno i litigi ma più di tutto, su uno Stella non vuole proprio cedere, Chet Falconer, il suo vicino con i suoi segreti.

E quando qualcuno ti vieta di fare qualcosa.. beh la fai e basta non importa, Stella è decisamente molto testarda e quando si mette in testa una cosa è difficile non farla. Però… quando capisce che tra di loro c’è più di una semplice amicizia comincia a dare segni di cedimento perché lei gli ha mentito, non può dirgli nulla della sua vecchia vita, nemmeno il suo nome. Tutte bugie pericolose.

Non può dirgli che è in fuga, che sua madre è un’alcolizzata e lei è praticamente cresciuta da sola, vedendo uomini andare e venire dalla sua casa, vedere sua madre sempre troppo fatta per capire qualsiasi cosa.
Stella è decisamente una da ammirare perché nonostante tutto quello che ha passato con sua madre l’ha aiutata nei suoi momenti più bui, è coraggiosa senza dubbio, è sempre adolescente ma è oppressa dai mille doveri che deve rispettare per non farsi trovare dall’uomo che ha dato inizio a tutto.
Chet è un ragazzo con un passato molto difficile che però ha capito che nella vita si può sbagliare e soprattutto bisogna saper rimediare e guardare avanti cercando di fare sempre le cose al meglio.

“Il perdono è un sentiero difficile.. bisogna bilanciare le cose, lasciar andare ciò che non conta e tenersi stretto ciò che è importante, ho scelto di essere testarda e far infettare le ferite, invece di lasciar perdere e trovare pace. Ero convinta di avere il diritto di essere arrabbiata. Ho capito troppo tardi che avevo anche il diritto di guarire.  Passiamo tutta la vita a scappare dal passato, senza renderci conto che viaggia con noi, che non possiamo correre più velocemente di lui.”

Chet è la prova vivente che le cose succedono e basta, possiamo incolparci milioni di volte, ma l’importante non è abbattersi, non è arrendersi, ma combattere e superare le difficoltà non incolpandosi ma la vera cosa importante è sapersi perdonare.
 Come anche Carmina, poco a poco il suo personaggio si svela in tutto il suo essere e c’è molto da dire su di lei, ma questo vi toccherà scoprirlo leggendo il libro.
Reed, sarà molto presente nei pensieri di Stella, lei cerca di rintracciarlo ma senza risultato, poi entra in scena Chet e il loro legame si capisce che sebbene siano amici c’è qualcosa che bolle in pentola.

 i suoi occhi hanno catturato i miei. Occhi straordinari. Azzurro ardente che spiccava contro i capelli scuri. Volevo distogliere lo sguardo, ma vi ho visto riflessa me stessa e ho sentito il sangue scorrermi rovente nelle vene. Ancora una volta, il mio autocontrollo vacillava. Più combattevo l’attrazione che provavo per lui, più mi sentivo debole. Era estenuante cercare di lottare contro qualcosa che sembrava così… Inevitabile. Non aveva senso continuare a flirtare con la tentazione.

Sinceramente non mi aspettavo niente di più bello dalla Fitzpatrick, questo libro mi è piaciuto molto, la trama mi ha subito catturata ricca di mistero e ho aspettato con ansia l’uscita. Mi è sempre piaciuto il suo modo di descrivere le cose e ho ritrovato molto di Patch in Chet , mi è sembrato come rivivere ancora il suo personaggio ma in un contesto diverso, anche Stella è una protagonista di tutto rispetto per quello che ha dovuto passare e non è difficile.

 E’ importante sapere andare avanti durante i momenti di difficoltà, è importante chiedere aiuto e saperlo dare. E’ importante capire quando è il momento di confidarsi, di lasciare che altre persone ci amino e che ignorarle non è una soluzione.


2 commenti:

  1. Wow, leggendo questa recensione non sembra neanche lo stesso libro che ho letto io ehehe purtroppo non mi è piaciuto però mi fa sempre piacere leggere le opinioni altrui :D

    RispondiElimina
  2. Mi spiace che non ti sia piaciuto >.<

    RispondiElimina

Sono felice che il post vi sia stato d'aiuto, grazie di cuore per essere passate, mi farebbe tantissimo piacere se lasciaste anche un piccolo segno del vostro passaggio <3